Stato Pontificio: due rarità "ferroviarie" poco note.

Domenica 9 Marzo 2014

Il 20 settembre 1870, come è noto, ha rappresentato il vero compimento dell'Unità nazionale. Il sogno di Garibaldi e Mazzini di vedere Roma capitale finalmente si era avverato.
La storia è nota, le truppe francesi a fine agosto sono  richiamate in patria perchè i prussiani sono alle porte di Parigi, il nuovo governo italiano da il via libera all'intervento nei territori residui dello Stato Pontificio.
 Il generale Cadorna il 12 settembre, al comando di un corpo di spedizione  forte di circa 60.000 uomini, varca i confini e dopo pochi giorni, il 19 settembre, è intorno alla mura di Roma.
Alle prime luci dell'alba del giorno seguente il 20, si inizia a cannoneggiare Porta San Pancrazio, scelta come diversivo verso il vero obbiettivo di Porta Pia dove, come dicono le cronache alle 10 viene aperta una breccia, ed a cui segue immediatamente la resa per ordine di Pio IX, al fine di evitare un inutile spargimento di sangue.
Dal punto di vista filatelico, questo avvenimento ha generato documenti importantissimi e spesso di rarità assoluta. Basti pensare alle pochissime lettere timbrate il 20 settembre 1870, alle miste Italia/Pontificio,ed alle poste militari della divisione Italiana.
Con questa "noterella" vorrei presentare due di queste rarità, poco note, che riguardano l'Ambulante Ferroviario che collegava Roma con Napoli.
La posta tra i due stati e le due capitali, veniva inoltrata attraverso i due diversi tronconi ferroviari che collegavano i due territori.
Nella parte pontificia era operativo, già dal settembre del '63 l'ambulante Roma - Ceprano (vedi fig.n 1 e 2), che serviva al trasporto delle lettere tra Roma e le località servite dalla ferrovia fino  alla località di confine rappresentata dalla ultima stazione di Ceprano.

 

 

Fig. 1 - Lettera da Roma per Velletri affrancata con 2 bay.
Bollo a losanga più cerchio "Roma Ceprano Ambulanza 3.o tr. 27 set.64"

 

Fig. 2 - Lettera da Anzio per Roma affrancata con coppia 5 centesimi.
Bollo a rombi più cerchio,sul retro,"Roma Ceprano Ambulante 3.o tr. 7 set.68"


Da questa località, le missive destinate a Napoli o ad altre località del sud dell'Italia, venivano spostate oltre confine alla piccola località italiana di Isoletta, dove venivano prese in carico dall'ambulante Napoli- Isoletta -Napoli (vedi fig.n.3, 4, 5).

 


Fig. 3 - Lettera in franchigia da Vairano per Napoli.
Bollo "Ambulante Napoli -Isoletta 12 lug 64".

 

Fig. 4 - Lettera da Napoli per Bagnores (Francia) via Roma affrancata per 40 cent (10+10+20), bollo a numero 224 più doppio cerchio "Napoli - Isoletta 9 ago 67"
 

Fig. 5 - Lettera da Napoli (6 apr 68) per Civitavecchia.
La lettera affrancata per 20 cent.viene presea in carico dall'ambulante Isoletta-Napoli in data 7 aprile e dal Roma Ceprano nello stesso giorno, per arrivare a Civitavecchia il giorno seguente.

 

Dopo il 20 settembre vengono aboliti i bolli ambulanti pontifici e sulla tratta, diventata oramai direttamente Roma-Napoli-Roma, vengono utilizzati i bolli italiani al momento in uso: numerale a punti 224 + doppio cerchio Napoli-Isoletta e numerale a punti 225 + doppio cerchio Isoletta-Napoli.
È a tutti noto, che fino ai primi mesi del 1871 fu tollerato l'uso dei francobolli pontifici,  difatti sono note lettere affrancate fino al 25 febbraio. Ed è proprio grazie a queste due condizioni che abbiamo l'opportunità di presentare le due lettere seguenti. Pochissime sono le lettere fino ad oggi conosciute, affrancate con i francobolli dello Stato Pontificio, che hanno percorso l'itinerario tra Roma e Napoli, impresse con i numerali a punti e i doppi cerchi relativi.
Ritornando quindi al titolo di questo articolo descriviamo  di seguito le due rarità generate da questo particolare momento storico: -lettera del 25 settembre 1870 da Vallecorsa per Roma affrancata con 10 centesimi dentellato della terza emissione dello Stato Pontificio, annullata con il numerale 225 sul francobollo ed il doppio cerchio Isoletta Napoli (fig. n. 6)

 

Fig. 6 - Lettera da Vallecorsa per Roma,affrancata con 10 cent.della terza emissione dello Stato Pontificio. Il francobolo è annullato con il numerale italiano 225 sulla soprascritta il bollo "Isoletta –Napoli 25 set 70"


- lettera del...ottobre 1870 per Roma,con la stessa affrancatura, annullata con numerale 224 ed il doppio cerchio Napoli-Isoletta (fig. n. 7)

 

Fig. 7 - Lettera per Roma affrancata con 10 cent. della terza emissione dello Stato Pontificio.
Il francobollo ė annullato con il numerale italiano 224, sulla sopra scritta il bollo "Napoli-Isoletta ...ott 70"


Tale combinazione è stata possibile solo per pochi mesi, infatti dal gennaio del 1871, pur mantenendo gli stessi numerali 224 e 225 i nominali sono sostituiti dai nuovi Ambulante Roma-Napoli e Ambulante Napoli-Roma (fig. n. 8).  

 

Fig. 8 - Lettera spedita da Roma per Il Cairo affrancata per 10 cent. (2 cent.x5) annullati con numerale 225 più “Roma-Napoli” (amb.te) 17 mar 77"

Di fatto si ritiene come già detto, che queste due lettere, già parte di importanti collezioni (Ceccarelli e Ialongo), siano di estrema rarità.
In via teorica, considerando l’uso fino al febbraio 1871 dei francobolli pontifici, non è escluso che sia possibile reperire lettere anche con i nuovi nominali.

 

Si ringrazia il Circolo Filatelico Bergamasco per l'autorizzazione alla pubblicazione di questo articolo, già apparso sul numero unico edito in occasione della semifinale di Martinengo (27-29 settembre 2013) del 17° Campionato Italiano di Filatelia - Serie Cadetti.

ATTUALITÀ COLLEZIONISTICHE

  • 14/06/2015 - 12:22

    Giovedì 11 giugno  scorso,  su  invito  congiunto del  Rotary  Club  e dell’Inner  Wheel di  Como, si  è  svolta una conferenza, nell’ambito  delle iniziative per lo  sviluppo  della filatelia, ten

  • 28/04/2015 - 20:38

    Riceviamo e pubblichiamo la segnalazione del nostro socio Umberto Cavallaro.

     

    Cari amici

    Ho il piacere di annunciarVi che è arrivato in libreria DONNE NELLO SPAZIO.

  • 04/03/2015 - 21:34

    Si è  svolta con notevole successo, lunedì 2 marzo, presso  il  Grand Hotel Sitea di via Carlo  Alberto  35  a Torino, la conferenza per la diffusione della filatelia tenuta dal  Presidente del CFO

  • 14/02/2015 - 22:15

    Prato (14 febbraio 2015) - Una festa degli innamorati trascorsa parlando dei sentimenti veicolati attraverso il sistema postale.

  • 13/02/2015 - 18:38

    Oggi pomeriggio è stata formalmente annunciata l'edizione 2015 di Milanofil che si svolgerà dal 10 al 12 aprile prossimi presso il Mi.Co. Milano Congressi.

  • 03/02/2015 - 18:58

    Si svolgerà sabato 14 febbraio, naturalmente presso l’Archivio di stato cittadino, in via Ser Lapo Mazzei 41, dalle ore 9 alle 14 circa.

  • 25/01/2015 - 10:16

    L'Associazione per lo Studio della Storia Postale organizza per il giorno sabato 9 maggio prossimo il suo 18° incontro sul tema "Grandi Percorsi Postali".